TRINACRIA ACIREALE C5 29/2013-14

TRINACRIA ACIREALE: CHE PECCATO!‏

Comunicato n.29 Stagione 2013-2014

Acireale, 19 gennaio 2014

XVII GIORNATA
CAMPIONATO SERIE C2 GIRONE C
BARCELLONA POZZO DI GOTTO, 18 GENNAIO 2014

MORTELLITO   –    PGS TRINACRIA ACIREALE   4–3

Evoluzione gara: 1-0, 2-0, 2-1, 2-2; 3-2, 4-2, 4-3
Marcatori: 15’31” GITTO (M);  17’04” GITTO (M);  19’48” VASTA (T), 24’15” RANERI (T); 06’50” s.t. MIRAGLIOTTA (M),  20’11” INTERDONATO (M), 27’27” LA ROSA
Falli: p.t. 1-4; s.t. 4-5
Provvedimenti disciplinari: Ammoniti  ISPOTO (M); CAGGEGI e LA ROSA (T).  Espulsi  –
Arbitro: Sig. M. CARUSO (sez. MESSINA)

Sfuma il sogno di tornare imbattuti dal campo S. Anna di Barcellona per i ragazzi di mister Incatasciato che contro la prima della classe hanno sfoderato una prova tutto cuore ma l’esperienza dei biancorossi prevale inesorabilmente. Il Mortellito sale subito in cattedra schiacciando la difesa ospite che regge un quarto d’ora, poi una magia di Gitto spezza gli equilibri. Lo stesso Gitto concede il bis due minuti dopo e per la Trinacria sembra non ci siano molte speranze; a dieci dal termine però l’intramontabile Vasta pesca un jolly da fuori area accorciando le distanze. Raneri infine a sei minuti dalla fine del primo tempo buca la difesa e sorprende Torre, regalando il meritato pareggio. Nel secondo tempo il Mortellito, un po’ frastornato, riordina le idee e dopo sei minuti Miragliotta porta a 3 le reti. La Trinacria prova a mettere in difficoltà la retroguardia di casa ma si espone ai contropiedi: buona prova di Fisichella che evita ulteriori reti al passivo, ma nulla può al 20’ su tap-in di Interdonato che porta il parziale sul 4-2. A tre minuti dalla fine il rientrante La Rosa accorcia le distanze ridando speranza ai suoi. Il Mortellito ha un po’ di timore e per poco la Trinacria non riacciuffa il risultato; il direttore di gara non  concede però alcun recupero, così allo scoccare del 30’ manda tutti negli spogliatoi.

Inizio gara con i locali in avanti che dopo 17 secondi vanno subito al tiro con Interdonato, Fisichella risponde di piede e spazza. A 02’48” ancora biancorossi in avanti con una punizione a due dal limite dell’area, ancora Fisichella riesce a sventare la minaccia. La Trinacria si affaccia pericolosa in avanti a 08’22” grazie a Caggegi che va via centralmente, la sua conclusione è però preda sicura di Torre. Il portiere locale si esalta ancora a 12’11” quando Raneri serve orizzontalmente a sinistra Monasteri il cui tiro al volo è deviato in angolo dal numero uno barcellonese. Su ripartenza del Mortellito a 15’31” Gitto resiste alla marcatura di un avversario e dopo essersene liberato batte Fisichella in diagonale, 1-0. La Trinacria non ha molto tempo per riorganizzare le idee che Gitto a 17’04” buca la retroguardia avversaria e batte ancora Fisichella, 2-0. Sembra tutto segnato ma a 19’48” Vasta su rimessa laterale riceve palla e da fuori area sorprende Torre accorciando le distanze, 2-1. Adesso è la Trinacria a schiacciare in difesa il Mortellito. Un minuto dopo Monasteri corregge di testa un assist in area ma la sfera che supera Torre si perde di pochissimo a lato. A 24’15” un’altra rimessa laterale da il via al gol acese, stavolta con Raneri che riceve palla a sinistra in profondità e batte Torre per il meritato 2-2 con il quale si chiude il primo tempo.

Il secondo tempo si apre come il primo con il Mortellito che subito impensierisce Fisichella con Gitto (00’52”), il numero uno acese risponde di piede e sventa la minaccia. Botta e risposta delle due compagini, a 04’04” Monasteri è chiuso in angolo dalla sinistra, poi Fisichella deve intervenire (05’02”), per respingere un tiro pericoloso ma nulla può a 06’50” quando Miragliotta sorprende tutti ed effettua il sorpasso, 3-2. La gara si stanzia con il Mortellito che avanza minaccioso, la difesa acese regge e ribatte ma nella fase centrale alla Trinacria manca un po’ il gas, così a 20’11” Fisichella interviene per l’ennesima volta respingendo un diagonale teso di Gitto, su ribattuta interviene sotto porta Interdonato che di testa supera l’estremo ospite chiudendo (sembra), la gara, 4-2. Massaro per i locali a 22’03” centra anche il palo. Su ripartenza granata in un’impennata d’orgoglio, il rientrante La Rosa accorcia le distanze ridando fiducia agli acesi. Il Mortellito come nel finale del primo tempo teme il ritorno degli avversari e si chiude bene evitando il peggio. A lasciare il finale incerto su come sarebbe finita la gara ci pensa l’arbitro che allo scoccare del 30’ decide di mandare tutti negli spogliatoi non concedendo alcun minuto di recupero. Così il Mortellito batte 4-3 la Trinacria.

Impresa sfiorata per la Trinacria quasi sul punto di acciuffare il pareggio; il Mortellito ha dimostrato di meritare il primo posto in classifica grazie al suo organico ed al suo gioco brillante, cercando di abbassare le percentuali di rischio. Gli acesi non hanno prestato il fianco battendosi con orgoglio, ma non è bastato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...