ACIREALE, L’HILTON CAPO MULINI RESORT E LA ITEM

La Item Srl rassicura i sindacati: “Priorità alla manovalanza locale”.

Martedì si comincerà a lavorare per mettere in funzione gli uffici Hilton dell’Capo Mulini Resort e sarà avviata la demolizione della ex Perla Jonica. In 18 mesi saranno realizzati il centro congressi, l’albergo centrale, il secondo plesso, le  palazzine con 130 appartamenti , gli uffici, il ristorante sul mare, la piscina coperta da 33 metri e quella scoperta olimpionica da 50 metri , il verde, le strade e i parcheggi. I lavori all’interno della mega struttura ricettiva saranno suddivisi in cinque sub-cantieri e saranno differenziate le opere edili e quelle impiantistiche.

Lo hanno annunciato oggi a Palazzo del Turismo, l’amministratore delegato della Item Srl, Salvatore La Mantia, e il responsabile dei lavori di ristrutturazione della ex Perla Jonica, Rosario Garozzo.

Il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, ha convocato ad un tavolo di concertazione i rappresentanti della Item Srl e i rappresentanti di Filca – Cisl, Fenael Uil e Fillea –Cgil, Cisl e Cgil e ad un tavolo di concertazione per discutere delle prospettive occupazionali per la manovalanza locale legate alla costruzione dell’Hilton Capo Mulini. All’incontro era presente anche il deputato regionale Nicola D’Agostino. I sindacati che contano dodicimila disoccupati nella provincia etnea nel settore edile, hanno chiesto alla Item l’assunzione di lavoratori locali per effettuare i lavori di ristrutturazione del complesso alberghiero e per gli impieghi all’interno della struttura.

‹‹Lo abbiamo detto, lo ribadiamo e lo abbiamo anche contrattualizzato con il contraente generale che le ditte impiegate nei lavori dell’Hilton Capo Mulini devono essere prima ricercate nell’ambito catanese e poi siciliano, -ha detto l’amministratore delegato della Item Srl, Salvatore La Mantia-. I subappalti già affidati per gli abbattimenti interni sono tutti stati dati a ditte catanesi e ci si muoverà sempre rispettando lo stesso criterio. Si punterà principalmente alla white list alle ditte che rispettino determinati caratteristiche e principi››. Il responsabile dei lavori, Rosario Garozzo, ha spiegato la procedura che sarà seguita per la selezione delle ditte da impiegare: ‹‹La Volteo Energie Spa, controllata da Kinexia Spa, è il contraente generale. La procedura è semplice, seleziona quattro o cinque ditte con assoluta priorità per quelle locali, chiede il massimo ribasso e ne individua una alla quale affida il contratto quale contraente e alla stessa ordina di effettuare i lavori, che devono essere verificati per contratto nella conformità delle opere eseguite al progetto approvato››.

‹‹La nascita dell’Hilton Capo Mulini è un’opportunità importantissima per il rilancio di Acireale e potrà dare respiro a tante persone e certezze a tanti giovani. Mi sono messo a disposizione della Item da subito affinchè i lavori iniziassero rapidamente e continuerò a collaborare facendo in modo che la comunità possa avere il massimo vantaggio. Nonostante si tratti di imprese private, che non hanno doveri precisi, La Mantia ha rassicurato i sindacati e io farò da garante dei bisogni dei nostri lavoratori››, ha detto il sindaco, Roberto Barbagallo.

La costruzione dell’Hilton Capo Mulini sarà solo la prima fase, che coinvolgerà lavoratori che saranno impiegati per 12/ 18 mesi. Fra meno di un anno sarà selezionato il personale da impiegare all’interno della struttura che dovrà essere aperta a giugno 2016. La Item annuncia che si punterà sui giovani, che dovranno innanzitutto essere formati e parlare l’inglese. Per questa seconda fase la Item ha chiesto al sindaco e ai rappresentanti sindacali collaborazione per un’indagine sul luogo. Il deputato regionale acese, Nicola D’Agostino propone: ‹‹Il prefetto, il sindaco, i sindacati, la Item e l’ufficio di collocamento di Acireale dovranno firmare un protocollo di legalità che garantisca che tutte le imprese coinvolti  nei lavori siano improntate sulla piena legalità, che non sarà possibile la permeazione di ambienti malavitosi e che i lavoratori saranno selezionati attraverso l’ufficio di collocamento di Acireale che avrà quindi il compito di garantire la manovalanza locale, ma anche di fare una prima scrematura e garantire che il candidato  non abbia carichi pendenti››.

U.S. Licia Castorina
Acireale, 13 novembre 2014

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...