ACIREALE, IL COMUNE STIPULA LA CONVENZIONE CON IL TRIBUNALE DI CATANIA PER I CONDANNATI AI LAVORI DI PUBBLICA UTILITA’

Quindici condannati alla pena del lavoro di pubblica utilità presteranno la loro attività non retribuita in favore della collettività acese. Forniranno supporto amministrativo e organizzativo nella cura del verde pubblico, nell’assistenza agli anziani disabili e nella salvaguardia dell’ambiente, come stabilito dalla convenzione firmata ieri dal sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, e dal presidente del Tribunale di Catania, Bruno Di Marco. Il comune di Acireale seguirà il condannato nel periodo d’inserimento, ne coordinerà le prestazioni lavorative e relazionerà all’Ufficio locale per l’Esecuzione Penale Esterna (U.E.P.E.) sullo svolgimento delle attività previste dalla convenzione. L’accordo tra il Tribunale di Catania e il Comune di Acireale ha durata di tre anni.

‹‹Abbiamo colto con favore la richiesta del Ministero della Giustizia, ritenendola un’opportunità significativa e importante da un punto di vista sociale e anche molto utile per la città, – commenta il sindaco Roberto Barbagallo- . Ovviamente non si tratta di persone socialmente pericolose, ma di soggetti che hanno commesso degli errori di piccola entità che vogliono recuperare, prestando un’opera utile per la comunità e che saranno seguiti e inseriti dai funzionari del Comune in accordo con l’Ufficio di esecuzione penale esterna (Uepe)››.

accordo

U.S. Licia Castorina
Acireale, 03 dicembre 2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...