ACIREALE, LUNEDI’ ALLA MARCIA CITTADINA ANCHE DON CIOTTI E I FAMILIARI DELLE DUE VITTIME DELLA MAFIA

Lunedì 11 maggio Acireale renderà omaggio a FRANCESCO VECCHIO e GIORGIO AMBROSOLI.

Francesco Vecchio è stato per molti anni il Direttore Generale della “ICM Leonardi”, una delle più importanti realtà economiche ed industriali di Acireale e della Sicilia orientale, rimasta operativa fino a metà degli anni ’80 con attività nella produzione della pasta e nel settore agricolo e zootecnico. Dopo la grave crisi economica che colpì il settore alimentare, ed in particolare il gruppo Leonardi, con la chiusura dello stabilimento principale Francesco Vecchio ottenne l’incarico di Direttore del Personale dell’Acciaieria “Megara”, altra importante industria catanese che all’inizio degli anni ’90 occupava in via diretta oltre 300 dipendenti, e un centinaio di lavoratori tra le aziende dell’indotto. È stato assassinato all’età di 52 anni insieme all’Amministratore Delegato della “Megara”, Alessandro Rovetta, nella Zona Industriale di Catania, il 31 ottobre 1990, poco lontano dall’uscita dell’azienda mentre a bordo della sua auto tornava a casa dopo una giornata di lavoro.

Giorgio Ambrosoli, avvocato milanese, venne ucciso la sera dell’11 luglio 1979, mentre rientrava in casa. Nominato Commissario Liquidatore della Banca Privata Italiana di Michele Sindona, si rese presto conto che il compito affidatogli implicava una scelta cruciale: piegarsi al malaffare divenendo complice o restare dalla parte della giustizia. Scrisse alla moglie: “È indubbio che, in ogni caso, pagherò a molto caro prezzo l’incarico: lo sapevo prima di accettarlo e quindi non mi lamento affatto, perché è stata un’occasione unica di fare qualcosa per il Paese”.

La Città di Acireale ha voluto dedicare a questi due grandi uomini, “colpevoli di onestà”, l’ex area C.O.M. e una via del quartiere san Cosmo, di fronte il Centro direzionale comunale.

Stamattina in conferenza stampa il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, il componente della commissione toponomastica, Rosario Patanè, e i rappresentanti dei movimenti e delle associazioni organizzatori della giornata: Liberacittadinanza, Percorsi condivisi di Legalità – Pastorale Sociale, Fancity, Libera Coordinamento provinciale e Presidio delle Aci, Gruppo giovanile Politica è Servizio, La Putia del Bene Comune, Tribunale dei diritti del Malato, Vietraverse, Agesci, A.SA.RA e Arci hanno illustrato i dettagli della giornata di lunedì 11 maggio. Erano presenti anche l’assessore all’Urbanistica Francesco Fichera, l’assessore alla Pubblica Istruzione Adele D’Anna,  il presidente del consiglio comunale Rosario Raneri e Pierpaolo Vecchio, figlio di Francesco Vecchio.

Lunedì alle 10.00 presso l’ex area COM di Acireale si terrà la Commemorazione di Francesco Vecchio e di Giorgio Ambrosoli. Il piazzale sarà intitolato “Largo Francesco Vecchio  Imprenditore – Vittima della mafia” . Aprirà la Giornata il sindaco di Acireale e seguirà la lettura della ” Lettera alla Città” di Maria Pia Fontana, che la consegnerà al primo cittadino in nome di tutti i movimenti e le associazioni che hanno organizzato la manifestazione in sinergia con la Città.

INTERVERRANNO I FAMILIARI DI FRANCESCO VECCHIO E LA FIGLIA DI GIORGIO AMBROSOLI. CHIUDERA’ LA COMMEMMORAZIONE DON LUIGI CIOTTI, a riassumere i valori e le sensibilità di tutti i promotori.

Alla fine si muoverà un CORTEO UFFICIALE  fino al quartiere di San Cosmo, al cui ingresso proprio di fronte al Centro direzionale comunale, sarà intitolata “Via  Giorgio Ambrosoli”, che unirà fisicamente e simbolicamente i piazzali Falcone e Borsellino.

Qui sarà letta la Lettera alla moglie Anna, che Giorgio Ambrosoli scrisse ,presago e consapevole di morire, per la sua “battaglia di Onestà e altissima Coerenza”.

‹‹Ringrazio tutti i movimenti e le associazioni che si sono spesi e prodigati per l’organizzazione e la realizzazione della Giornata dell’11 maggio. La Città di Acireale vuole riconoscere il giusto valore a due grandi uomini, uccisi perchè “colpevoli di onestà” e fissarne i loro nomi, in modo che nessuno di noi e soprattutto le future generazioni  dimentichino il loro impegno per la comunità. L’assessorato alla Pubblica Istruzione ha coinvolto tutte le scuole del territorio e gli studenti marceranno con noi in prima linea››, ha dichiarato il sindaco Roberto Barbagallo.

Marcia della legalità

U.S. Licia Castorina
Acireale, 08 maggio 2015

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...