FREE GREEN SICILIA, APPELLO ALLE ISTITUZIONI: FERMIAMO LO SCEMPIO DEI GIARDINI STORICI CON L’IMPOSIZIONE DI VINCOLI MONUMENTALI CONSERVATIVI AD HOC

Free Green Sicilia – SOS beni culturali – afferma il Portavoce Alfio Lisi – è consapevolmente allarmata per le condizioni attuali e/o per il futuro delle ville e giardini storici pubblici di Catania (Giardino Bellini, Orto Botanico, villa Pacini e di altri paesi della provincia, veri’ monumenti viventi’ (ma tale appello deve essere ampliato, ovviamente, a tutta la Sicilia e, forse, servirebbe una legge specifica regionale per fermare l’incessante sfregio di tali beni culturali e la relativa speculazione istituzionale) che di per se dovrebbero essere considerati ex legge beni culturali e dunque protetti e conservati nel loro impianto culturale -architettonico e botanico. Alcuni di questi, fortunatamente non tutti, sono stati sfregiati da pseudo riqualificazioni che ne hanno deturpato e trasfigurato la intrinseca bellezza e sotto gli occhi o il coinvolgimento di quelle istituzioni chi invece avrebbero dovuto garantirne la conservazione e l’impianto storico opponendosi a tali misfatti perpetrati da Sindaci, per usare un eufemismo, sprovveduti. Così è accaduto sotto occhi bendati delle Istituzioni competenti, utilizzando finanziamenti europei, al Giardino Bellini di Catania, considerato dagli esperti già nell’ottocento uno dei più bei giardini d’Europa, oggi trasfigurato, forse, irrimediabilmente e di cui alcuno ad oggi ha dato conto di tale sfregio ( giardino per cui da prima dell’inizio dei lavori di ‘riqualificazione’ era stato formalmente chiesto, da diverse associazioni ambientaliste di Catania, alla Sovrintendenza di Catania l’imposizione di uno specifico vincolo quale bene culturale per immortalarne la peculiare bellezza, che sicuramente ne avrebbe ostacolato la trasfigurazione, ma a cui ad oggi non è stato dato seguito: guarda caso!). Per tali motivi Free Green Sicilia ha rivolto un accorato e formale appello a tutte quelle Istituzioni competenti nazionali e regionali: Presidente della Regione, Ministro ai Beni Culturali, Assessore regionale ai Beni Culturali e Sovrintendente ai BB. CC. e AA. di Catania, affinchè, in brevissimo tempo, mettano in essere ogni improrogabile iniziativa, nel rispetto della normativa vigente in materia di beni culturali e giardini storici (che peraltro dovrebbe teoricamente proteggere i beni culturali pubblici di oltre 50 anni) e se non bastasse anche una nuova legge ad hoc, affinchè venga realizzato un censimento dettagliato di tutti i giardini pubblici storici esistenti in tutta la provincia di Catania ( come, ad esempio Acireale, Acitrezza, Caltagirone, , Zafferana, etc) dove insistono da oltre 50 anni giardini storici pubblici ( ma da estendere anche a quelli privati che ne abbiano i requisiti di legge) di elevato pregio architettonico e botanico, veri musei all’aperto. A ciò deve contemporaneamente fare seguito un vincolo specifico con l’emanazione del relativo decreto regionale pena la loro definitiva scomparsa o trasfigurazione (come è accaduto pochi anni addietro alla villetta comunale di Pedara, o la imperdonabile trasfigurazione toccata al prestigioso Giardino Bellini, ma anche al giardino dei Ciclopi di Acitrezza e alla villa Belvedere di Acireale) : fatti che meriterebbero di essere approfonditi dalle autorità competenti per individuarne eventuali responsabilità istituzionali e affinchè tali scempi non si verifichino più.

VILLA BELVEDERE  ACIREALE

GIARDINO BELLINI CATANIA

PAGODA MORESCA VILLA CALTAGIRONE

VILLA COMUNALE ZAFFERANA

Alfio Lisi, portavoce
Free Green Sicilia, 16 gennaio 2016

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...