FREE GREEN SICILIA, L’ETNA, PATRIMONIO DELL’UMANITA’ UNESCO, RISCHIA DI ESSERE DECLASSATA SOLO SE VERRA’ GESTITA COME UNA SORTA DI CENTRO COMMERCIALE ALL’APERTO

E’ impensabile, oltre che  irresponsabile,  dire  che l’Etna, per l’UNESCO  “..il  vulcano più emblematico e attivo del mondo”,  possa rischiare di  uscire dall’elenco dei  Patrimoni  dell’Umanità (anche perché non mi risulta che altri beni naturali o culturali dell’UNESCO siano stati mai declassati  dal riconoscimento anche se forse qualcuno lo meriterebbe grazie alle manipolazioni della speculazione umana)  solo perché non si  è provveduto a promuovere il sito per produrre quanto più introiti economici  come se l’Etna o qualsiasi altro sito Patrimonio dell’Unesco nascesse per fare cassa e non per essere salvaguardato e conservato nella sua integrità per il futuro. Dunque i veri problemi che dovrebbero fare riflettere e che mettono questi si  a rischio  la salvaguardia dell’Etna e conseguentemente il suo declassamento da Patrimonio dell’UNESCO  non saranno quelli di voler  spremere il vulcano come un limone per gli interessi o l’ignoranza atavica di qualcuno  ma quello di  gestirlo in modo razionale ed eco-compatibile in modo da preservarne le peculiari bellezze naturali, rurali e culturali legate al  suo delicato e instabile equilibrio antico di milioni di anni. Dunque l’Etna  oltre ad essere gestito  con parsimonia e con intransigenza scientifica ed ecologica e senza essere trasformata in una sorta di centro commerciale (come se poi non bastassero quelli che ci sono)  si deve realizzare un piano a breve e lungo tempo, come è ovvio , mettendo in essere ogni  utile e ragionevole e legittima iniziativa (imposte dalla normativa vigente nazionale e regionale e dalle norme dell’UNESCO) affinchè tutto il suo territorio possa essere giornalmente monitorato sotto il profilo della sua conservazione integrale e  quello di una fruizione consapevole e rispettosa dei luoghi e che deve svolgersi  sempre nel rispetto delle peculiarità naturali e di quei regolamenti attuativi che non possono non  tenere in considerazione  i rischi connessi con l’incolumità dei visitatori e dei residenti quando si ha a che fare con un vulcano attivo e dunque imprevedibile.

Alfio Lisi, portavoce
Free Green Sicilia, 21 aprile 2016

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...