ACIREALE, NOTA DEL SINDACO IN RISPOSTA ALL’ASSOCIAZIONE SCALIA-FICHERA

Il sindaco Roberto Barbagallo, risponde al comunicato stampa dell’associazione Scalia- Fichera sul concorso dei carri allegorico-grotteschi 2017:

«Ribadisco che è comprensibile il rammarico dell’associazione Scalia- Fichera, ultima classificata nel concorso carri allegorici. Ribadisco inoltre che i carri allegorici e i maestri artigiani sono l’anima e la ragion d’essere del nostro Carnevale, che le loro opere sono motivo di orgoglio per la nostra città e il motivo principale del riscontro internazionale ottenuto dalla manifestazione. Il pubblico di questa edizione, tra l’altro, ha riconosciuto il livello altissimo dei cinque carri di prima categoria. Si sono raggiunti standard qualitativi talmente elevati che tutti avrebbero meritato un particolare riconoscimento e quindi ritengo vada anche compreso che qualunque giurato abbia espresso un giudizio rispondente alla propria sensibilità.

Sottolineo che l’associazione Scalia è parte della storia del nostro Carnevale e che le opinioni di chi da sempre lavora per la nostra manifestazione meritano rispetto e attenzione.

Ricordo tuttavia all’associazione Scalia- Fichera, come avrei fatto con qualunque associazione si fosse lamentata per la classifica, che i verdetti delle giurie e gli esiti dei concorsi vanno sempre accettati, anche quando si ritengono ingiusti o immeritati. La invito a riflettere sul fatto che è impossibile che un’associazione del Carnevale di Acireale disconosca la Fondazione del Carnevale di Acireale, che gestisce, organizza e promuove la manifestazione. Tra l’altro è giusto riconoscere che il CDA della Fondazione del Carnevale in questi tre anni ha lavorato tanto e bene per far crescere, innovare e migliorare la manifestazione e per attrarre flussi turistici e promuoverla su circuiti internazionali.

Credo che l’unico modo per far sì che da questa polemica nasca qualcosa di buono per il nostro meraviglioso Carnevale sia trasformarla in occasione di riflessione e di confronto tra coloro che lavorano per realizzare la manifestazione, (Fondazione e associazioni), per riflettere insieme su quali siano i criteri più giusti per arrivare con la massima serenità al verdetto finale del concorso».

U.S. Licia Castorina
Acireale, 23 marzo 2017

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...