ACIREALE, CONCLUSA LA MAPPATURA EX STABILIMENTO ACQUE POZZILLO

Si è conclusa la mappatura dell’amianto presente nei capannoni dell’ex stabilimento delle Acque Pozzillo. Agli inizi di marzo la Guardia di Finanza, su disposizione dell’Autorità giudiziaria, aveva rimosso temporaneamente i sigilli ai capannoni, per consentire alla ditta incaricata dal Comune di Acireale di eseguire lo studio propedeutico all’ intervento di rimozione. Come spiegato in occasione del primo sopralluogo all’interno dello stabilimento da Maurizio D’Angelo, geologo e tecnico senior della ditta, i materiali da rimuovere sono stati classificati e l’area è stata suddivisa nelle zone più o meno critiche con l’assegnazione della priorità in modo da ottimizzare nei tempi e nei modi l’intervento.

«Domani pomeriggio parteciperemo a un incontro con la comunità, per parlare di proposte di riuso dell’ex stabilimento delle Acque Pozzillo e in questa occasione saremo in grado di fornire già qualche dato. Ci conforta, intanto, aver saputo che non è stata rilevata dispersione di particelle nell’area circostante. Procederemo con la somma stanziata in Bilancio, circa 300 mila euro, rimuovendo le parti indicate come maggiormente pericolose e nel frattempo speriamo in un contributo dalla Regione o dal Ministero, indispensabile per portare a compimento uno smaltimento così corposo,- dichiara il sindaco Roberto Barbagallo-. La priorità è eliminare il pericolo per la cittadinanza, poi si dovrà definire la questione della proprietà, ma nel frattempo discutiamo sul futuro e sul riuso dell’area. Dopo l’abbattimento dell’ecomostro e conclusa la mappatura, con l’avvio della bonifica potremo scrivere un’altra bella pagina per la nostra città. C’è bisogno di attenzione verso il territorio, la salute dei cittadini e la vivibilità. Questa città ha tantissimo cemento, raddoppiamo la media nazionale di vani per cittadino, già solo questo ha creato gravi danni ambientali e dobbiamo provare a tornare indietro e fare delle scelte a volte dure ma che vanno in controsenso rispetto al passato».

Domani, venerdì 19 maggio, alle ore 16.00 nell’ex scuola elementare di Pozzillo si discuterà delle proposte di rigenerazione urbana e riuso dell’ex stabilimento delle Acque Pozzillo. Gli studenti del Dipartimento di Architettura e Territorio dell’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria e la presidente dell’Associazione YOUrbanMOB incontreranno la comunità. Saranno presenti anche il sindaco, il presidente del consiglio comunale Rosario Raneri, il consigliere comunale Rito Greco e il geologo Maurizio D’Angelo.

Stabilimento acqua Pozzillo

U.S. Licia Castorina
Città di Acireale, 18 maggio 2017

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...