ACIREALE, CONTROLLI SUL CORRETTO CONFERIMENTO DEI RIFIUTI E 264 I MULTATI, META’ RESIDENTI NEI COMUNI LIMITROFI

Continua l’attività di controllo della polizia municipale di Acireale sul conferimento dei rifiuti da parte dei cittadini. Pattuglie e personale in borghese verificano 24 ore su 24 sia il corretto conferimento di famiglie e imprese in relazione all’avviato servizio di raccolta differenziata porta a porta, sia il conferimento illegittimo, alla base del deprecabile fenomeno del formarsi delle miscrodiscariche, aumentate notevolmente in seguito al ritiro dei cassonetti. La polizia municipale,- spiega il comandante Antonino Molino, – si avvale anche di riprese di videosorveglianza con dispositivi mobili utilizzati su tutto il territorio comunale.

«Sono ben 264 gli incivili beccati e sanzionati da metà gennaio ad oggi. Le sanzioni vanno dai 25 ai 155 euro in caso di violazione dell’ordinanza che vieta di gettare i rifiuti in strada, arrivano a 600 euro in caso di violazione del Testo Unico Ambientale -, dichiara il comandante Molino-. Il dato più importante è che la metà delle contestazioni, ben 137, riguardano persone non residenti ad Acireale. Sono cittadini di Aci Sant’Antonio, Aci Catena, Aci Castello, Aci Bonaccorsi, Santa Venerina o Zafferana, che transitano da Acireale e buttano dalle auto i rifiuti creando le microdiscariche».

I trasgressori potrebbero presto incorrere in sanzioni penali, l’Amministrazione comunale e la Polizia Municipale, considerato che con le temperature elevate l’abbandono di rifiuti in strada pregiudica l’igiene e la salubrità degli spazi pubblici, ritengono non più sufficiente la semplice sanzione amministrativa.

«La notte scorsa con un turno straordinario sono state eliminate diverse microdiscariche nelle zone a monte, (tra cui via Torretta), a mare, (Scillichenti, via Acqueminerali, Guardia),   e nel centro (via Collegio Pennisi, via Galatea, via Saru Spina, via Ragonisi, via Sutera, via Provinciale, via Verga, via Felice Paradiso). Stiamo proseguendo con altre zone,- comunica l’assessore alle Politiche Ambientali Francesco Fichera-. Adesso però chiedo a tutti di avere rispetto per questa città, per i suoi cittadini e per il lavoro che si svolge. Tutto è certamente perfezionabile, ma non si potrà mai cedere di fronte alla inciviltà e maleducazione delle persone.  Dove i cittadini collaborano la differenziata, al netto di aggiustamenti e recuperi che si fanno, il servizio funziona e funziona bene, posto che a maggio abbiamo già raggiunto il 22% di differenziata.

Si va avanti e ringrazio tutti, cittadini, dipendenti, professionisti che stanno dando una mano concreta, se è il caso anche sporcandosela, per fare funzionare ciò che in centinaia e centinaia di città civili funziona regolarmente».

U.S. Licia Castorina
Città di Acireale, 29 giugno 2017

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...