ACIREALE, PRESENTATO IL PROGRAMMA ACIREALE ESTATE 2017

La FESTA di SANTA VENERA, VILLA PENNISI IN MUSICA, il FESTIVAL DELL’OPERA DEI PUPI, CARNEVALE PER LE STRADE D’ESTATE, ½ NOTTE DEI BAMBINI, ETNAAFROFESTIVAL, LE TROIANE nella cornice di SANTA MARIA LA SCALA, la RASSEGNA TEATRO CITTA’, CINEMA ALL’APERTO, TIMPAVIVA, VIVACI, CONCERTI in  PIAZZA PEPPINO IMPASTATO, le SAGRE dei prodotti tipici a MARE e in COLLINA, MILONGA e FIERA DELLO JONIO.

ACIREALE ESTATE 2017 offre ad acesi e turisti un mix ricchissimo di MUSICA, ARTE, TEATRO, FOLKLORE e CULTURA. Sono tantissimi gli eventi inseriti nel cartellone presentato stamattina in conferenza stampa al Palazzo di Città dal sindaco di Acireale Roberto Barbagallo, dall’assessore al Turismo Antonio Coniglio, dal presidente della Fondazione del Carnevale Antonio Belcuore, dal direttore artistico della Fondazione Giulio Vasta e dal dirigente del Settore Turismo del Comune di Acireale Alfio Licciardello.

«Abbiamo voluto presentare alla città il programma cartaceo che racchiude gli eventi dell’estate, che sarà facilmente consultabile anche dai turisti nei luoghi di somministrazione e nelle strutture ricettive. Possiamo tranquillamente dire che si può piacevolmente trascorrere l’estate ad Acireale. Da un evento al mese passiamo almeno ad un evento di livello a settimana,- ha dichiarato il sindaco-. Fondamentale anche n questo caso è stata la programmazione, grazie alla collaborazione degli uffici, delle associazioni, della Fondazione del Carnevale e dai prossimi mesi sarà importante anche la collaborazione della Fondazione Bellini. Così siamo riusciti ad organizzare tantissimi eventi nei primi sei mesi dell’anno e nel frattempo, grazie alla scommessa di piccoli imprenditori che hanno aperto tanti locali, nel centro storico si passeggia ed è tornata la vivacità. In estate proviamo anche a non far mancare spettacolo e divertimento anche nelle 19 frazioni del territorio. Questo ci proietta nella giusta direzione, in attesa di risolvere i grossi nodi della mobilità e delle infrastrutture, per fare entrare Acireale in un circuito turistico più importante».

«Abbiamo iniziato un percorso per recuperare pezzi dell’identità cittadina, con il festival del jazz e con un festival dell’Opera dei Pupi, dedicato alla memoria del nostro Emanuele Macrì, che radunerà le migliori esperienze siciliane. A questo aggiungiamo il rafforzamento del prodotto Carnevale, con la Festa dei Fiori e i carri in piazza che si esibiranno nelle sere di agosto e Villa Pennisi in Musica, un festival che seriamente internazionalizza la città. Una cosa meravigliosa ci è sembrata la rappresentazione di una tragedia greca a Santa Maria La Scala. Una bella novità l’EtnaAfroFestival a Santa Tecla,- ha sintetizzato l’assessore Coniglio-. Non sarebbe mai bastato lo sforzo della politica, senza il lavoro spasmodico degli uffici, senza l’esperienza di Giulio Vasta, di Belcuore e della Fondazione e la vivacità delle associazioni. Quando questi eventi diventeranno un fatto strutturale potremo dirci città turistica».

«Se mancasse il Carnevale nel cartellone estivo mancherebbe un pezzo dell’anima della città,- ha esordito Antonio Belcuore-. Il Carnevale deve esserci e proviamo a farlo essere presenza costante tutto l’anno, sarà presente con la mostra dei carri che si esibiranno nelle sere di agosto, mentre già si lavora all’edizione del 2018».

U.S. Licia Castorina
Città di Acireale, 13 luglio 2017

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...